Quattro mesi con Ubuntu

Non ricordo di preciso quando ho iniziato la mia esperienza con Ubuntu 12.04 Precise Pangolin, ma di certo so che si trattava della Beta 1.
Allora usavo con soddisfazione LMDE, alternato a CrunchBang e Ubuntu 11.10 e producevo delle recensioni su svariati altri gusti di Linux. Poi mi sono imbarcato nell'impresa di scrivere dei libri e mi sono fermato definitivamente su Precise, tanto per vederne l'evoluzione e per saggiare le sue caratteristiche, ma soprattutto per mantenere una certa coerenza con i file .odt che producevo con LibreOffice Writer.
Oggi i miei libri non sono ancora terminati, ma fa un caldo pazzesco, dovrei riordinare le idee per la scrittura di un nuovo Quaderno dello Strumentista, dedicato alla Chirurgia Toracica, ma non ce la faccio. Quindi ho deciso di scrivere questo articolo, anche per svecchiare un po' il Blog e far leggere ancora le mie parole, al riguardo di Linux e delle sue emanazioni, a chi si è mostrato fedele negli ultimi due mesi e mezzo.

Premetto che questa non è una recensione. Non ne ho mai fatte a proposito di Ubuntu perché la ritengo la distro di riferimento su cui dare delle misure alle altre, quindi non la farò nemmeno a proposito di questa versione LTS.
Voglio sottolineare che del sistema non ho cambiato nulla, nemmeno lo sfondo, nemmeno un tema, nemmeno una virgola; l'ho solo usato e aggiornato e basta. Ho certamente installato il software che mi serve e ho scelto di usare la variante Unity 2D, perché degli effetti di Compiz me ne frego e non mi interessano.
Quello che mi preme di sottolineare è l'affidabilità del sistema, la sua velocità di risposta, eventuali crash, le prestazioni e i consumi.
Delle questioni grafiche e dei paragoni con altri sistemi non mi interessa e non sto a farli.

Software installato e usato e perché

Ho installato i seguenti software:
  • Opera Browser perché gli sono legato affettivamente, ma le prestazioni non si distaccano molto da quelle di Firefox, con l'aggravante di un maggior consumo di risorse. La versione 12 sembra essere molto migliorata, ma è stata rilasciata da pochi giorni e non ho ancora tutti gli elementi per dare un giudizio. Per la maggior parte delle mie navigazioni mi sono servito di Firefox che, dopo diversi aggiornamenti è arrivato alla versione 13.1 e che mi sembra molto molto efficiente. Chromium l'ho installato e dopo un paio di giorni l'ho rimosso. Non sono capace di usarlo, non aggiunge nulla a quello che mi serve di fare e non sono del tutto convinto della sua verginità e purezza.
  • Bluefish è il mio editor xhtml da quando uso Linux e bene che mi sta. E' magnificamente ritagliato sulle mie esigenze e non saprei come fare se non ci fosse.
  • Songbird. E' il mio player musicale da molte settimane. Pur essendo un software non aggiornato, funziona bene e ha una gestione perfetta delle copertine dei brani, oltre ad una perfetta gestione dei metadati. Mi dispaice solo che non abbia effetti sfumati di transizione tra brani.
  • GIMP. Non devo dire nulla su questo software, è semplicemente IL SOFTWARE.
  • DropBox. L'ho installato, ma non so cosa realmente farmene. E' comodo, ma mi dimentico di usarlo.
  • gFTP per gestire i miei file in remoto e che consentono a voi di leggere le recensioni e quant'altro. E' uno strumento datato, ma molto efficace.
  • Music Download Center per scaricare musica. Tempo fa era più efficiente e congruo, ora lo è molto meno, ma mi è utile.
  • Audacious come player musicale leggero e di poche pretese. Efficace e minimalista, ma non povero.
  • Avidemux per mettere insieme spezzoni di filmati (Correva l'Anno su Youtube è offerto in spezzoni che parlano dello stesso argomento. Scarico i pezzi e poi li metto insieme con questo software), ma lo uso veramente poco
  •  Audacity per modificare delle tracce audio e produrre dei mixaggi molto semplici
  •  Sound Converter per convertire i file audio in un altro formato
  •  VLC quale unico e solo player che valga la pena di avere nel sistema operativo
Nessuno dei programmi elencati ha fallito nella propria funzione e, a memoria, non ricordo alcun crash, ma forse ho considerato che nessun programma al mondo del passato, del presente e del futuro, può essere esente da qualche collasso.
Particolarmente esosi in risorse sono i browser e il player Songbird, per il resto sono programmi che non impegnano mai il sistema operativo.

Crash patiti

Ubuntu 12.04 è una distribuzione Linux che fino ad ora (circa 4 mesi) ha crashato solo una volta, costringendomi allo spegnimento brutale.
L'uso minimo del sistema è stato di almeno 4-5 ore giornaliere, con punte di 16-18 ore. Direi che quindi Ubuntu è un sistema affidabile, solido, efficiente ed efficace su cui posso contare ciecamente per ogni cosa che faccio o che ho intenzione di fare.
La tipica giornata di lavoro vede in azione il player musicale per tutto il tempo, il player video per un paio d'ore, l'editor di testo per la maggior parte del tempo, il browser, l'editor grafico, il client BitTorrent per circa 3 ore ed il file manager costantemente in funzione.

Ora vorrei esprimere le mie considerazioni su quanto ho avuto modo di leggere sul Forum ufficiale al riguardo della "fantomatica" fragilità del sistema, sui millantati problemi denunciati e su questa eterna scontentezza che riguarda Ubuntu da quando ha in uso Unity.
Ubuntu è, come ho detto in altra occasione, una impresa portata avanti da una azienda privata che sviluppa software gratuito e che esercita un sacrosanto diritto di scelta sulle proprie direzioni imprenditoriali. Chi non è contento di ciò deve fare la cortesia, o il santo piacere, di non rompere più gli zebedei in merito. Di distribuzioni ce ne sono centinaia a cui rivolgersi.
Ubuntu è un software in evoluzione, il che significa che gli errori ci sono, ci sono stati e sempre ci saranno. L'infallibilità è impossibile, ergo è inutile sperare che Ubuntu risolva l'inesistente mancata esplosione di Linux nel mondo dell'informatica.
Ubuntu è pesante per il proprio PC? Bene, si deve avere il coraggio di cambiare distro e rivolgersi a soluzioni più leggere.
Unity non piace? Ecchissenefrega!
Gnome 3 Shell è meglio di Unity? Ecchissenefrega!
Ubuntu 12.04 ha fatto passi indietro rispetto a versioni precedenti? Si usino le versioni precedenti.
Ho finito.
Se qualcuno mi ritiene un fanboy, non me ne frega una fava!
also read : Introduzione a Cinnamon

Velocità e prestazioni

La mia installazione si avvia in circa 35 secondi e si spegne in circa 6 secondi, il che mi permette di definire Ubuntu 12.04 una folgore.
Le applicazioni si avviano praticamente all'istante, anche se i browser non sono così efficienti. Ho trovato particolarmente lento LibreOffice, ma sta dentro i 10 secondi, quindi va bene. Se c'è una distribuzione che lo fa in soli 2 secondi, non mi interessa molto, 8 secondi in più non disturbano l'economia temporale della mia giornata.
L'Ubuntu Software Center, che qualcuno ha definito un pachiderma, si avvia in 9 secondi netti. Ottimo!
GIMP, alla versione più recente, si avvia in circa 12 secondi netti. Ottimamente!
La connessione con NM e l'uso di una chiavetta internet, si avvia in circa 5 secondi. Ottimo!
Il Dash, premendo il tasto Win, si avvia all'istante, come l'HUD prememdo Alt, quindi ottimo!
La protestata ricerca del software, che a detta di qualcuno è complicata, direi che è il classico non-problema. Il software che si usa più di frequente deve risiedere nel dock, altrimenti non si è capito nulla di Unity. Il software che si usa meno di frequente, lo si cerca e basta ed è semplice farlo:
Tasto Win → Applicazioni recenti → Mostra 26 altri risultati → Click sull'icona del programma
Non lo si è mai usato?
Tasto Win → Digitare il nome programma → Cliccare sulla icona
Non ci si ricorda il nome? Fate una cura con il Ginseng o prendete delle anfetamine! Il modo ci sarebbe anche in queste condizioni, ma tanto non lo si ricorderebbe, altrimenti si ricorderebbe il nome dell'applicazione.

Difetti

Ubuntu è difettoso, come tutto ciò che viene sviluppato, che evolve e che cerca di cambiare e andare avanti. Personalmente avrei preferito che il Window manager richiedesse meno risorse, ma quelle risorse le ho, quindi le uso. Se non le avessi avute, avrei usato altro.
Il difetto maggiore di Ubuntu è la sua stessa utenza, mai contenta.
Onestamente non so dire in cosa vorrei che Ubuntu fosse migliore, per me è già migliore, punto e a capo.

Consumi

Al momento in cui scrivo questo articolo, il sistema ha in funzione il player musicale, l'editor xhtml, il browser e il File Manager. La RAM impiegata è a 587 MB sui 3 GB disponibili. La CPU è al 20% ed i processi in esecuzione tra quelli attivi e in sleeping sono 61.
Con CrunchBang e Openbox, il consumo sarebbe un terzo di ciò, ma direi che c'è un pochino di differenza.

Giudizio finale

Se voglio dare un voto come alle elementari, direi che Ubuntu ha 10.
Non aggiungo altro.
Buon lavoro a tutti :-)
Terima Kasih Telah Berkunjung
Judul: Quattro mesi con Ubuntu
Ditulis Oleh Kumpul Kebo Movie Trailer
Jika mengutip harap berikan link DOFOLLOW yang menuju pada artikel Quattro mesi con Ubuntu ini. Sesama blogger mari saling menghargai. Terima kasih atas perhatian anda
0 Komentar untuk "Quattro mesi con Ubuntu"

Back To Top
notifikasi
close