Tuesday, May 24, 2016

Cinnamon su Linux Mint 12

Dopo l'uscita di Lisa, la 12ma versione di Linux Mint, dotata di Gnome 3 Shell adattato per riprendere un po' l'ambiente desktop più amato dagli utenti, le sensazioni di apprezzamento da parte del pubblico sono state contrastanti. Chi ama Mint con Gnome Shell MGSE (Mint Gnome Shell Enhancement) come me e chi invece ha cercato subito di liberarsene con l'uso di MATE o cercando di applicare delle modifiche al desktop, nel limite del consentito.
Clement Lefebvre ha iniziato e portato avanti lo sviluppo di un altro progetto di interfaccia desktop, proprio in base a questo contrastato apprezzamento della nuova release. Il progetto si chiama Cinnamon e nei suoi obiettivi ci sono:
  • somiglianza e comportamento più stretti possibile con il vecchio desktop Gnome 2
  • personalizzazione più facile
  • ripristino dello splendore del vecchio Mint Menu
Per poter capire che strada stia intraprendendo il patron di Mint, ho voluto provare Cinnamon. Per chi volesse provarlo su Mint 12, segua questi passaggi:
  1. Da Terminale, date questo comando
    sudo apt-get update
    e premete INVIO
  2. Sempre da Terminale date questo comando:
    sudo apt-get install cinnamon-session
    e premete INVIO
  3. Confermate digitando "s" quando vi viene chiesto se installare tutti i pacchetti necessari e premete INVIO
  4. Al termine effettuate il logout e poi un nuovo login
  5. Nella schermata di login, scegliete la sessione Cinnamon, dal menù che si apre cliccando sulla icona a ruota dentata
  6. Fatto
Tenete presente che Cinnamon è ancora in fase di sviluppo, quindi le mie conclusioni e le mie esperienze sono, oltre ad una personale opinione, il risultato dell'impiego di un software non ancora maturo.
Continua a leggere -->

Wednesday, February 24, 2016

Introduzione a Cinnamon

Articolo originale di Clem
Con il fatto che Gnome 2 non è più una opzione, abbiamo perso una delle più importanti componenti su cui si basava il nostro desktop Linux Mint. Il nostro obiettivo è passato dalla innovazione sul desktop, a cercare di adattare le alternative esistenti, come Gnome Shell. Abbiamo usato MATE ed MGSE per fornire un abbandono ammorbidito a Gnome 2, ma senza essere effettivamente in grado di offrire veramente una alternativa che fosse migliore di Gnome 2. Sia MATE che Gnome Shell sono progetti promettetnti, ma il fine ultimo di MATE è di replicare Gnome 2 usando GTK+ e Gnome Shell non offre quello di cui abbiamo bisogno in un desktop e sta andando in una direzione che non vogliamo seguire. Quindi per queste ragioni stiamo progettando un nuovo desktop chiamato Cinnamon, che fa perno su nuove tecnologie e implementa la nostra visione.
Se vi piace Linux Mint probabilmente vi piacerà Cinnamon. entrambi i progettio condividono la stessa filosofia e la stessa visione di come un desktop dovrebbe essere. In questa visione, il computer lavora per voi e rende più facile per voi l'essere produttivi. Le cose non sono nascoste, ma facili da trovare. Con una interfaccia facile da usare, un layout familiare, tecnologie avanzate ed i principi che avete gia usato in Linux Mint, vi troverete rapidamente a casa vostra. Anche la configurazione è qualcosa di importante in Cinnamon e uno dei suoi obiettivi fondamentali è quello di farvi sentire a casa, in modo possiate essere in grado di cambiare il modo con il quale debba funzionare il desktop, come debba apparire e come debba comportarsi.
Sotto il cofano Cinnamon è derivato da Gnome Shell e basato su Mutter e Gnome 3. E' già disponibile per Linux Mint 12, Ubuntu 11.10, Fedora 16, OpenSUSE 12.1 e Arch Linux e sarà presto disponibile (insieme a MGSE e MATE) per LMDE, quando Gnome 3.2 entrerà in Debian Testing.
L'ultima release, Cinnamon 1.1.3, dispone della stabilità e dei miglioramenti di quello che consideriamo il nostro desktop preferito. Andando avanti, Cinnamon disporrà di temi, estensioni e di un Centro di Controllo. Rimpiazzerà Gnome Shell / MGSE come desktop principale in Linux Mint e continueremo a supportare MATE (i cui obiettivi e le cui tecnologie sono diverse, ma diventano migliori di giorno in giorno).
Alcune cose interessanti già in Cinnamon
  • Un unico pannello inferiore che potete nascondere automaticamente (e la cui posizione sarà configurabile in futuro)
  • Elenco delle finestre, pulsante "Mostra il desktop", icone nella systray e tutte le dotazioni introdotte in MGSE
  • Un menù dotato dello stesso layout di mintMenu, con l'opzione di aggiungere le applicazioni ai favoriti, al desktop o nel pannello
  • Lanciatori del pannello personalizzabili
  • Una applet audio che vi permette di riprodurre e controllare la vostra musica e di passare il suono dalle cuffie alle casse e viceversa.
Installare Cinnamon
Potete installare Cinnamon accanto agli altri desktop (compreso MATE e Gnome Shell/MGSE). Installate il pacchetto "cinnamon-session", effettuate il log out e scegliete la sessione "Cinnamon" alla login screen.
Maggiori informazioni su Cinnamon
  • Sito principale: http://cinnamon.linuxmint.com/
  • Problemi e milestones: https://github.com/linuxmint/Cinnamon/issues
  • Repository Git: https://github.com/linuxmint/Cinnamon/

Cinnamon su Linux Mint 12

Dopo l'uscita di Lisa, la 12ma versione di Linux Mint, dotata di Gnome 3 Shell adattato per riprendere un po' l'ambiente desktop più amato dagli utenti, le sensazioni di apprezzamento da parte del pubblico sono state contrastanti. Chi ama Mint con Gnome Shell MGSE (Mint Gnome Shell Enhancement) come me e chi invece ha cercato subito di liberarsene con l'uso di MATE o cercando di applicare delle modifiche al desktop, nel limite del consentito.
Clement Lefebvre ha iniziato e portato avanti lo sviluppo di un altro progetto di interfaccia desktop, proprio in base a questo contrastato apprezzamento della nuova release. Il progetto si chiama Cinnamon e nei suoi obiettivi ci sono:

    somiglianza e comportamento più stretti possibile con il vecchio desktop Gnome 2
    personalizzazione più facile
    ripristino dello splendore del vecchio Mint Menu

Per poter capire che strada stia intraprendendo il patron di Mint, ho voluto provare Cinnamon. Per chi volesse provarlo su Mint 12, segua questi passaggi:

    Da Terminale, date questo comando

    sudo apt-get update
    e premete INVIO
    Sempre da Terminale date questo comando:

    sudo apt-get install cinnamon-session
    e premete INVIO
    Confermate digitando "s" quando vi viene chiesto se installare tutti i pacchetti necessari e premete INVIO
    Al termine effettuate il logout e poi un nuovo login
    Nella schermata di login, scegliete la sessione Cinnamon, dal menù che si apre cliccando sulla icona a ruota dentata
    Fatto

Tenete presente che Cinnamon è ancora in fase di sviluppo, quindi le mie conclusioni e le mie esperienze sono, oltre ad una personale opinione, il risultato dell'impiego di un software non ancora maturo.
Continua a leggere -->

Novità in Linux Mint 12 KDE

Linux Mint 12 KDE RC1 dispone di software aggiornato e offre affinamento e nuove dotazioni per rendere il vostro desktop anche più confortevole.
KDE 4.7

Questa edizio9ne dispone della più recente release KDE 4.7.4.
Immagini ISO ibride

Questa è la prima release di Linux Mint che fa uso di immagini ISO ibride. Tradizionalmente, strumenti come 'Startup Disk Creator' o 'UNetbootin' erano necessari per installare Linux Mint attraverso una USB. Con immagini ibride, basta solamente che usiate il comando "dd" od un frontend grafico per rendere avviabile una chiavetta USB, senza sforzo e funzionerà esattamente come un liveDVD.

Vantaggi:

    La stick USB risultante funzionerà esattamente come un liveCD/DVD
    Questo procedimento è facile e veloce
    Le immagini ISO ibride sono ancora compatibili con Unetbootin e Startup Disk Creator

Svantaggi:

    Questo metodo cancella tutti i dati presenti nella chiavetta USB
    La chiavetta USB non archivia in modo persistente (dovete usare Unetbootin per fare questo)

Per maggiori informazioni su come installare questa release via USB, leggete questo tutorial.
Motori di ricerca

Duck Duck Go: Il nuovo motore di ricerca predefinito è Duck Duck Go. Non mostra risultati differenti in base a chi effettua la ricerca, non traccia le informazioni degli utenti, vi fornisce risultati ottimizzati ed è basato e sostiene l'Open Source.
Componenti principali

Linux Mint 12 offre le seguenti componenti di rilievo: Ubuntu 11.10, Linux 3.0, KDE 4.7.4.
Note di rilascio

    Stampa su PDF
    Apturl
    Ctrl_Alt_Backspace
    mintDesktop
    Mint4Win
    Moonlight
    Upstream issues

Per avere maggiori informazioni sulle voci esposte dianzi, sui problemi noti e sulle loro soluzioni, leggete Note di rilascio”.
Requisiti di sistema

    Processore x86 processor (Linux Mint 64-bit richiede un processore a 64-bit. Linux Mint 32-bit funziona su architetture a 32-bit e 64-bit).
    512 MB di RAM (raccomandato 1GB).
    5 GB di spazio su disco
    Scheda grafica in grado di supportare una risoluzione di 800×600
    Lettore DVD-ROM o porte USB

Segnalazione bug

Segnalate tutti i bug che incontrate nel blog della distribuzione.
Download
Md5 sum:

    32-bit: 46ffaf9283a027e9f57f721565511eba
    64-bit: a32b6a16883222cafe5051f186f5da7a

Torrents:

    32-bit
    64-bit

Mirrors HTTP per 32-bit:

    Austria Goodie Domain Service
    Francia Gwendal Le Bihan
    Francia linuxmint-fr.org
    Francia Ordimatic
    Francia RTS Informatique
    Germania Copahost
    Germania GWDG
    Germania NetCologne GmbH
    Grecia National Technical University of Athens
    Grecia University of Crete
    Irlanda HEAnet
    Italia GARR
    Polonia ICM – University of Warsaw
    Portogallo CeSIUM – Universidade do Minho
    Spagna ComunidadHosting
    Svizzera SWITCH

Mirrors HTTP per 64-bit:

    Austria Goodie Domain Service
    Francia Gwendal Le Bihan
    Francia linuxmint-fr.org
    Francia Ordimatic
    Francia RTS Informatique
    Germania Copahost
    Germania GWDG
    Germania NetCologne GmbH
    Grecia National Technical University of Athens
    Grecia University of Crete
    Irlanda HEAnet
    Italia GARR
    Polonia ICM – University of Warsaw
    Portogallo CeSIUM – Universidade do Minho
    Spagna ComunidadHosting
    Svizzera SWITCH